Il presente sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrirvi la miglior esperienza sul nostro sito. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni e per negare l'utilizzo degli stessi. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

Agility dog

Di seguito le configurazioni ottimali per il cronometraggio in questo sport.

Cos'è l'agility dog?
Iniziamo con lo spiegare cos'è l'Agility Dog e partiamo dalla traduzione letterale del termine che significa agilità del cane. Si tratta, dunque, di uno sport per cani o, per essere più precisi, cinofilo. Le origini di questa disciplina non sono molto remote, infatti, le prime manifestazioni risalgono al 1978 circa nel Regno Unito. Da allora questa attività è diventata sempre più popolare e ha sconfinato arrivando anche in altre nazioni. In Italia le prime competizioni di agility dog arrivarono nel 1988 suscitando molto interesse e nel 1990 furono svolte le prime gare nazionali disciplinate da un regolamento stilato dall'ENCI ma subito adeguato a quello all'ente internazionale FCI.
I principali circuiti Agility dog in italia sono quello dell'ENCI e dello CSEN.


Quali taglie possono partecipare?
Per poter partecipare a questa pratica i cani vengono classificati in tre categorie

  • Small (piccoli);
  • Medium (medi);
  • Large (grandi).

Per definire correttamente in quale delle categorie un cane debba concorrere ci si affida ad una misurazione ed in particolare alla loro altezza al garrese. Con questo termine si indica la distanza tra la parte terminale del collo e la terra, che viene effettuata con un apposito strumento chiamato cinometro. Le classificazioni in base alle misure dunque sono:

  • Small con altezza inferiore ai 35 cm;
  • Medium altezza compresa tra 35 e 43;
  • Large superano i 43.

Ovviamente per le varie categorie ci saranno altezze per gli ostacoli, tempi standard (TPS) e tempi massimi per il percorso (TMP) diverse, pur contando su una disposizione identica del percorso stesso.

Come è costituito un percorso per Agility Dog?
Il tracciato è costruito a seconda della complessità da un numero X di ostacoli. Il percorso è cronometrato, il cane dovrà completarlo entro un tempo stabilito dal giudice di gara e seguire l'ordine degli ostacoli come previsto dallo stesso. Il percorso viene scelto dal giudice, ma in ognuno devono esserci obbligatoriamente 2 cambi di direzione. Può essere lungo dai 100 fino ai 200 metri.


Attrezzatura e svolgimento della prova
Il giudice prima dell'inizio della gara chiamerà i partecipanti per comunicare il tipo di prova, tempo di percorso e tempo massimo, ricordando le regole generali e i criteri di valutazione che verranno applicati durante la stessa.
L'accompagnatore del cane, definito conduttore, libererà dal guinzaglio e dal collare il proprio "atleta" sia perché consentito l'uso durante la prova, sia per ragioni di sicurezza. Lo stesso conduttore durante la prova non può tenere nulla in mano ma può scegliere la posizione nel percorso. Dopodiché dopo il segnale del giudice potrà dare il comando di partenza al proprio cane, ed il tempo verrà fatto partire all'attraversamento del primo ostacolo, dove sono collocate fotocellule per inviare l'impulso di partenza al cronometro. Comandi e segnali da parte del conduttore sono consentiti per tutta la durata della prova.
Egli dovrà seguire il percorso, a partire dalla partenza, e guidare il suo cane per fargli superare gli ostacoli nell'ordine previsto dal giudice, senza mai toccarli e senza mai toccare il cane. Lo stesso conduttore non dovrà in alcun modo attraversare né sopra e né sotto gli ostacoli. Il termine del percorso e dunque del cronometraggio verrà decretato dal superamento dell'ultimo ostacolo, dove, tramite altre fotocellule, verrà inviato l'impulso al cronometro per stoppare il tempo. Il conduttore raggiungerà il proprio "atleta" da mettere di nuovo al guinzaglio e potrà abbandonare il percorso.

Quali sono i tipi di ostacoli?
Gli ostacoli omologati dalla FCI (Fédération cynologique internationale) sono: salto in alto, muro, siepe, salto in lungo, pneumatico, bascula, tunnel rigido e morbido, passerella, palizzata, tavolo e slalom. In ogni caso gli ostacoli non dovranno in alcun modo rappresentare un pericolo per i cani.
Concludiamo questo breve articolo consigliandoti di prendere visione dei regolamenti dal sito dell'ENCI o dalla FCI. Per quanto riguarda l'Attrezzatura per Agility Dog necessaria per il cronometraggio, e dunque per il corretto svolgimento della prova, non esitate a contattarci, troveremo la giusta soluzione al tipo di evento che state per organizzare.

Cos’è l’agility dog?

Iniziamo con lo spiegare cos’è l’Agility Dog e partiamo dalla traduzione letterale del termine che significa agilità del cane. Si tratta, dunque, di uno sport per cani o, per essere più precisi, cinofilo. Le origini di questa disciplina non sono molto remote, infatti, le prime manifestazioni risalgono al 1978 circa nel Regno Unito. Da allora questa attività è diventata sempre più popolare e ha sconfinato arrivando anche in altre nazioni. In Italia le prime competizioni di agility dog arrivarono nel 1988 suscitando molto interesse e nel 1990 furono svolte le prime gare nazionali disciplinate da un regolamento stilato dall’ENCI ma subito adeguato a quello all’ente internazionale FCI.

I principali circuiti Agility dog in italia sono quello dell’ENCI e dello CSEN.

Quali taglie possono partecipare?

Per poter partecipare a questa pratica i cani vengono classificati in tre categorie

• Small (piccoli);

• Medium (medi);

• Large (grandi).

Per definire correttamente in quale delle categorie un cane debba concorrere ci si affida ad una misurazione ed in particolare alla loro altezza al garrese.  Con questo termine si indica la distanza tra la parte terminale del collo e la terra, che viene effettuata con un apposito strumento chiamato cinometro. Le classificazioni in base alle misure dunque sono:

• Small con altezza inferiore ai 35 cm;

• Medium altezza compresa tra 35 e 43;

• Large superano i 43.

Ovviamente per le varie categorie ci saranno altezze per gli ostacoli, tempi standard (TPS) e tempi massimi per il percorso (TMP) diverse, pur contando su una disposizione identica del percorso stesso.

Come è costituito un percorso per Agility Dog?

Il tracciato è costruito a seconda della complessità da un numero X di ostacoli. Il cane dovrà completarlo entro un tempo stabilito dal giudice di gara e seguire l’ordine degli ostacoli come previsto dallo stesso. Il percorso viene scelto dal giudice, ma in ognuno devono esserci obbligatoriamente 2 cambi di direzione. Può essere lungo dai 100 fino ai 200 metri.

Come si svolge la prova?

Il giudice prima dell’inizio della gara chiamerà i partecipanti per comunicare il tipo di prova, tempo di percorso e tempo massimo, ricordando le regole generali e i criteri di valutazione che verranno applicati durante la stessa.

L’accompagnatore del cane, definito conduttore, libererà dal guinzaglio e dal collare il proprio “atleta” sia perché consentito l’uso durante la prova, sia per ragioni di sicurezza. Lo stesso conduttore durante la prova non può tenere nulla in mano ma può scegliere la posizione nel percorso. Dopodiché dopo il segnale del giudice potrà dare il comando di partenza al proprio cane, ed il tempo verrà fatto partire all’attraversamento del primo ostacolo, dove sono collocate fotocellule per inviare l’impulso di partenza al cronometro. Comandi e segnali da parte del conduttore sono consentiti per tutta la durata della prova.

Egli dovrà seguire il percorso, a partire dalla partenza, e guidare il suo cane per fargli superare gli ostacoli nell’ordine previsto dal giudice, senza mai toccarli e senza mai toccare il cane. Lo stesso conduttore non dovrà in alcun modo attraversare né sopra e né sotto gli ostacoli. Il termine del percorso e dunque del cronometraggio verrà decretato dal superamento dell’ultimo ostacolo, dove, tramite altre fotocellule, verrà inviato l’impulso al cronometro per stoppare il tempo. Il conduttore raggiungerà il proprio “atleta” da mettere di nuovo al guinzaglio e potrà abbandonare il percorso.

Quali sono i tipi di ostacoli?

Gli ostacoli omologati dalla FCI (Fédération cynologique internationale) sono: salto in alto, muro, siepe, salto in lungo, pneumatico, bascula, tunnel rigido e morbido, passerella, palizzata, tavolo e slalom. In ogni caso gli ostacoli non dovranno in alcun modo rappresentare un pericolo per i cani.

Concludiamo questo breve articolo consigliandoti di prendere visione dei regolamenti dal sito dell’ENCI o dalla FCI. Per quanto riguarda l’attrezzatura necessaria per il cronometraggio, e dunque per il corretto svolgimento della prova, non esitate a contattarci, troveremo la giusta soluzione al tipo di evento che state per organizzare.

Contatti

ZS TIMING di Manfred Zingerle
Via degli Artigiani, 22
39100 Bolzano - ITALY
 
Tel.: 0471-979492
Email: info@zstiming.com
Facebook: ZS TIMING 

Orario

Lunedì a Venerdì: dalle 8 alle 18
Sabato: Servizio Online
Domenica: Chiuso